Privacy

 

 

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI DEGLI INTERESSATI

AI SENSI DEL REG. UE n. 2016/679 (“GDPR”)

 

Titolare del Trattamento

  • Ragione sociale: STUDIO VITALI dottori commercialisti
  • Indirizzo: Via Valgerola 7/B, 23017 Morbegno SO
  • numero di telefono: 0342 610422

 

Tipologia dei Dati, finalità del trattamento

1

La raccolta ed il trattamento saranno effettuati sulle le seguenti tipologie di dato:

  •  dati identificativi: nome, cognome, codice fiscale, etc.
  • dati di contatto: numero di telefono, e-mail, indirizzo, etc.
  • dati bancari: IBAN, numero di carta di credito, etc.
  • categorie particolari di dati (già dati sensibili): dati che rivelano origine razziale o etnica, opinioni politiche, convinzioni religiose o filosofiche, appartenenza sindacale, dati relativi alla salute o alla vita sessuale o all’orientamento sessuale
  • dati relativi a condanne penali e reati (già dati giudiziari): Dati personali relativi al casellario giudiziale, di anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato e dei relativi carichi pendenti, o la qualità di imputato o di indagato ai sensi degli articoli 60 e 61 del codice di procedura penale; ovvero dati personali relativi alle condanne penali e ai reati o a connesse misure di sicurezza, sicurezza

 Per le seguenti finalità:

a.  Instaurazione, esecuzione e invio e-mail di comunicazioni commerciali nell’ambito del rapporto contrattuale

b.   Adempiere ad obblighi previsti da regolamenti e normativa applicabile

c.   Se necessario, per accertare, esercitare o difendere i diritti del Titolare in sede giudiziale o stragiudiziale

 

Base giuridica del trattamento

2

Le basi giuridiche del trattamento applicabili individuate dal GDPR
sono:

  • Esecuzione di un contratto di cui Lei è parte
  • Necessità di assolvere gli obblighi di legge
  • Interesse legittimo del Titolare per una migliore organizzazione dell’attività lavorativa
  • Consenso facoltativo e revocabile in qualsiasi momento senza pregiudizio per Lei anche relativamente ai trattamenti basati sul consenso prestato prima della revoca

 

 

Conservazione dei dati o i criteri seguiti per stabilire tale periodo

3

Il periodo della conservazione dei dati è:

  • 10 anni dopo la cessazione del contratto
  • In caso di contenzioso per la durata del contenzioso e per i termini di impugnazione

 

Decorsi i termini di conservazione sopra indicati, i dati saranno distrutti, cancellati o resi anonimi, compatibilmente con lo stato dell’arte e dei costi di attuazione.

4

 

 

 Obbligo di conferimento dei datI

5

Il conferimento dei dati per le finalità di cui alle lettere a), b) e c) che precedono sono obbligatori. In caso di mancato conferimento dei dati non sarà possibile procedere con il rapporto contrattuale.

 

 TERZE PARTI DESTINATARIE DEI DATI

 

6

I dati possono essere trasmessi a soggetti diversi dal Titolare, anche Titolari autonomi.

I dati possono essere trasmessi anche a soggetti che li trattano per conto del Titolare in qualità di Responsabili del trattamento sulla base di un accordo giuridicamente vincolante a tutela della protezione dei dati.

 Categorie di soggetti, es.:

  • fornitori IT (es. servizi di back-up di dati, posta elettronica, WEB/cloud computing, hosting, monitoraggio rete, invio e-mail, manutenzione del sito web, etc.)
  • consulenti (es. altri professionisti, istituti bancari, etc.)
  • autorità ed organi di vigilanza e controllo, soggetti pubblici o privati che hanno diritto di richiedere i dati

 

SOGGETTI AUTORIZZATI AL TRATTAMENTO 

7

I dati potranno essere trattati dai lavoratori in relazione alla loro mansione, espressamente autorizzati e adeguatamente istruiti al trattamento.

 

 TRASFERIMENTO DEI DATI IN PAESI TERZI (extra UE/SEE)

8

I dati potranno essere trasferiti all’estero in paesi extra-europei, sulla seguente base giuridica

  • trasferimento in Paesi Terzi il cui livello di protezione dei dati è stato ritenuto adeguato dalla Commissione Europea ex art. 45 del GDPR
  • previa adozione di garanzie adeguate ex art. 46, 2, lett. c) e d) GDPR (clausole vincolanti d’impresa, clausole contrattuali standard, codice di condotta, meccanismo di certificazione)
  • previa presenza di una delle deroghe di cui all’art. 49 del GDPR (es. consenso, trasferimento necessario per finalità contrattuali o precontrattuali in relazione ad un contratto stipulato con l’interessato o in suo favore, accertamento, esercizio o difesa di un diritto in sede giudiziaria, etc.)

 

 

 

 DIRITTI DELL’INTERESSATO RECLAMO ALL’AUTORITÀ DI CONTROLLO

 

9

Gli interessati hanno i seguenti diritti:

  1. accesso, per:
    • sapere se è in corso un trattamento di dati, per quali finalità, su quali dati, destinatari o le categorie di destinatari a cui i dati personali sono stati o saranno comunicati, quando possibile, il periodo di conservazione dei dati personali previsto oppure, se non è possibile, i criteri utilizzati per determinare tale periodo, quali sono i diritti dell’interessato, le informazioni sulla loro origine, se è in atto un processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione (almeno in tali casi con informazioni significative sulla logica utilizzata, importanza e conseguenze di tale processo), quali sono le adeguate garanzie se il dato viene trasferito in un Paese Terzo
    • Ottenere copia dei dati personali oggetto di trattamento senza ledere i diritti e le libertà altrui
  2. rettifica di dati inesatti e integrazione tenuto conto delle finalità del trattamento,
  3. cancellazione nei seguenti casi: a) i dati personali non sono più necessari rispetto alle finalità per le quali sono stati raccolti o altrimenti trattati; b) l’interessato revoca il consenso se non sussiste altro fondamento giuridico per il trattamento; c) l’interessato si oppone al trattamento in assenza di diritti o obblighi contrari prevalenti; d) i dati personali sono stati trattati illecitamente; e) vi è un obbligo legale in tal senso in capo al Titolare f) i dati personali sono stati raccolti relativamente all’offerta di servizi su internet
  4. limitazione al trattamento per contestazione sull’esattezza dei dati, per trattamento illecito perché eccessivo, per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria (anche se il titolare non ha più bisogno dei dati), in caso di opposizione (in attesa della verifica sulla sussistenza in concreto tale diritto)
  5. opposizione (in caso di trattamento necessario per l’esecuzione di un compito di interesse pubblico o per legittimo interesse del Titolare, compresa la profilazione) per motivi connessi alla situazione particolare dell’interessato, salvo la prevalenza di altri diritti di interesse pubblico o obblighi di legge
  6. opposizione alla ricezione di comunicazioni commerciali con modalità automatizzate (e-mail, etc.) per trattamento con finalità di marketing diretto, compresa la profilazione
  7. portabilità del dato in formato elettronico comune e interoperabile, anche direttamente verso altro Operatore se tecnicamente possibile, in caso di trattamento con strumenti automatizzati

Nei casi di cui alle lettere 2), 3) e 4) il titolare del trattamento comunica a ciascuno dei destinatari cui sono stati trasmessi i dati personali le eventuali rettifiche o cancellazioni o limitazioni del trattamento effettuate salvo che ciò si riveli impossibile o implichi uno sforzo sproporzionato.

Per l’esercizio dei suoi diritti l’interessato si può rivolgere al titolare del trattamento

Gli interessati hanno il diritto di proporre reclamo all’Autorità di controllo competente nello Stato membro in cui risiedono abitualmente o lavorano o dello Stato in cui si è verificata la presunta violazione.

  

 Ultimo aggiornamento: Dicembre 2018

10